CORSI MARGA. Il Sentiero della Musica Vocale
27 Aprile 2018

MARGA. Il Sentiero della Musica Vocale

le iscrizioni chiuderanno il 20 aprile 2018

MARGA. Il Sentiero della Musica Vocale
Dalla musica vocale indiana al canto moderno
 
a cura di Patrizia Saterini e Alan Bedin
 
Seminario per cantanti, maestri di canto e logopedisti
 
presso Laboratorio della Voce e del linguaggio , via Mariani 20, Ravenna
 
Partecipanti: minimo 15 , massimo 22
 
ORARI
 
Orari: 9 - Registrazione
 
9,30-13,30/14:30-15:30 
 
Patrizia Saterini
PARTE INTRODUTTIVA
ISTRUZIONI BASILARI
APPLICAZIONI PRATICHE DEL RAGA
 
15,30-18,30 
Alan Bedin
HANGA
Esercizio di uscita e fonazione 
GAMAN
Posizionamento e solfeggio visivo dei risonatori 
TROAMEI
Dai suoni delle note musicali indiane considerati "mantrici" a nuove tecniche per indirizzare l'energia vibratoria in particolari e specifici punti del corpo fisico. 
MIND 108
Pratica utile per disatrofizzare la muscolatura del cantante e alleggerire il cambio di registro
 
COSTO: 110 euro (IVA COMPRESA) 
 
DESCRIZIONE
 
 
________________________________________________________________________Patrizia Saterini
 
Secondo la mitologia indiana, la musica ha origine divina ed è stata rivelata all’uomo perché, attraverso di essa, egli possa contattare la propria vera natura. La conoscenza e il sapiente utilizzo della musica sono in grado non solo di evocare e risvegliare la particolare energia insita nell’entità musicale chiamato raga (scala/modulo musicale/struttura melodica) ma anche di aprire la porta allo stato estatico nell’esecutore e in chi ascolta. La voce, nell’antica trattatistica musicale, viene indicata come il veicolo per eccellenza per percorrere il sentiero della musica, definita inequivocabilmente marga, la via! 
 
Per questo motivo la musica indiana ha sempre rivolto la sua attenzione all’affinare quello che può diventare uno straordinario mezzo di evoluzione: la voce che libera, evoca, trasforma, purifica, stimola e controlla l’energia. Una serie di tecniche vocali sono state strutturate e conservate nei secoli proprio per questo scopo.
 
In questo seminario impareremo le basi fondamentali della musica vocale indiana, così come viene tramandata dalla tradizione orale e come è stata descritta in testi antichissimi. Utilizzando la voce, impareremo un raga classico e una melodia tradizionale.
 
PARTE INTRODUTTIVA
Le origini 
Le funzioni della musica indiana
Il concetto di raga e tala (modo melodico e ritmo)
 
ISTRUZIONI BASILARI
L’emissione vocale
La pratica dell’Akar e del kharaj
Componenti del raga
 
APPLICAZIONI PRATICHE DEL RAGA 
I primi passi nell’esplorazione del raga
Il callan, la dimensione evocativa 
Pratica vocale dei suoi tipici movimenti melodici lenti e veloci
Apprendimento di una semplice melodia indiana nel raga scelto
Il ciclo ritmico
Impariamo ad improvvisare
 
____________________________________________________________________________Alan Bedin
 
La tecnica utilizzata nel canto indiano è stata trasmessa e tramandata da sempre in modo orale: da maestro ad allievo, fino a formare - nella nostra visione occidentale - vere e proprie casate musicali: Gharaana.
La mancanza di una precisa forma semiografica ha permesso ai diversi stili di arricchirsi di un sistema molto più naturale legato all’aspetto morfo-anatomico e percettivo, aumentando la consapevolezza del proprio sistema fono-articolatorio, garantendo al vocista un profilo soggettivo, oltre agli estremismi, ai processi di imitazione, mimesi o addirittura di osmosi come nel caso dei cantanti di oggi.
 
La visione cambia notevolmente. Il cantante non tende più ad un uniformarsi ma ad informarsi, investigare con il proprio strumento sul suono universale Nada che già esiste, supportato da una motiv-azione di tipo trascendentale (estetico ed estatico). “(…)Un (azione) senza il prefisso (motiv), porterebbe ad una forma materiale, d’ego”. Quando il Cantante muore la Voce vive, si intende che il cantante deve correggere e allenare la propria voce da dentro e da fuori e portare la propria meccanica fuori dal box laringeo.
 
Visualizzazione e comprensione dell’epifenomeno della respirazione funzionale
Propedeutica e inspirazione tripartita con riconoscimento dei  muscoli intrinseci.
 
HANGA
Esercizio di uscita e fonazione
L’accordo pneumofonico: dal fiato alla materia sonora
Sviluppo della visione verticale della voce. Metodo ed esercizi pratici
 
GAMAN
Posizionamento e solfeggio visivo dei risonatori
Esercizio propedeutico e correttivo sull’utilizzo e reclutamento corretto dei risonatori in maniera ciclica.
La partitura timbrica condiziona la partitura tonale attraverso il vecchio sistema modale della tampura indiana usando gli intervalli del tetracordo.
 
Dai vocalizzi ai nom tom sillabici con consonanti e vocali che direzionano l’attenzione in un preciso risonatore per valutare ed esercitarsi sul timbro dell’emissione cantata
 
TROAMEI
Dai suoni delle note musicali indiane considerati "mantrici" a nuove tecniche per indirizzare l'energia vibratoria in particolari e specifici punti del corpo fisico.
Esercizi pratici per garantire qualità vocale passando dal cambio di tensori, reclutando le vocali come portatrici di messaggio melodico e alcune consonanti come punti di articolazione per controllare la sorgente del suono e la maschera.
 
MIND 108
Pratica utile per disattrofizzare la muscolatura del cantante e alleggerire il cambio di registro, pratica ed esercizio per allenare il cambio di tensori, e di conseguenza ammorbidire il passaggio tra registro modale di uso quotidiano a quello di falsa voce ‘artistica’attraverso un antico sistema gestuale, coinvolgendo gli arti superiori.
 
Vestiti comodi, un cuscino sul quale sedersi, materiale per scrivere (chi vuole può portare un registratore).
 
I DOCENTI
 
Patrizia Saterini è insegnante di canto indiano presso il Conservatorio di Musica “A. Pedrollo” di Vicenza.
Dal 1995 al 2015 è stata fondatrice ed insegnante della Scuola di Musica e Danza Indiana di Vicenza.
Studi: diploma di I° e II° livello in Tradizioni Musicali Extraeuropee ad indirizzo indologico (canto indiano), diploma in flauto traverso. 
Ha alle spalle uno studio trentennale effettuato grazie a lunghi periodi di permanenza in India sotto la guida di numerosi insegnanti tra i quali Ritwik Sanyal (capo dipartimento di Musica indiana presso la Benares Hindu University di Varanasi – India), Sayiduddin Dagar, Savitry Nair, Swami Vibhodananda, C.V. Chandrashekar ed altri.
Ricerca ed esperienza: Ha eseguito una ricerca e raccolta ventennale del repertorio semiclassico di abhanga e melodie originali sui testi dei mistici indiani dal XIV al XVII secolo, area del Maharashtra e Braj (sfociate in due CD audio). In nord India (Varanasi, Rishikesh, Vrindavan) si è occupata principalmente di musica classica e semiclassica indostana e in sud India (Chennai) di musica carnatica e repertorio della forma classica di teatro-danza bharat natyam. Inoltre ha approfondito la conoscenza del canto Saman vedico.
Grazie alla sua preparazione sia nel canto che nella danza, ha approfondito gli aspetti della consapevolezza corporea applicati alla voce a all’arte scenica, secondo antiche tecniche del nada yoga.
Si è esibita in festival internazionali tra i quali Mundus Orientalis e Musical festival di Lodz (Polonia), Ananda Sound (Budapest), Deepam (Tiruvannamalai, India) e in numerosissimi concerti di musica semiclassica indiana in Italia, Europa e India. Tiene seminari di canto classico indiano e nada yoga (yoga del suono). Collabora con l’università di Varsavia ad un progetto sul canto mantrico applicato all’esercizio corporeo.
Ha all’attivo numerose produzioni discografiche internazionali. 
E’ autrice del libro “Musica indiana – teoria ed approfondimenti da una prospettiva occidentale edito da Edizioni Il Punto d’Incontro. In preparazione, sempre per lo stesso editore, il libro: Nada yoga, la via del potere del canto.
 
 
Alan Bedin, voce nata nel gruppo - collettivo deiSinergiasolida formazione di Vicenza, premiata con il Telegatto per la musica e i testi e riconosciuto dall’ Accademia e giuria di Sanremo Giovani come migliore band italiana. Cantante con band di apertura di molte tappe dei concerti in Italia di B.B. King,Blues Brothers e James Brown. Autore dei testi.
Ha seguito dal 2005 al 2012 la direzione artistica e l’ Archivio Storicodell'etichetta discografica Cramps Records, l'etichetta degli Area, di musicisti d’Avanguardia come DemetrioStratos e John Cage. Con la Cramps Records, Rai Trade, La Repubblica è stato impegnato nella direzioneartistica e produzione del DVD “1979 Il concerto”, concerto-omaggio a Demetrio Stratos, firma la realizzazione e la compilazione dell’Anthologia, collana che indaga sull’espressione dei vari generi musicali in Italia. E’ impegnato in diversi progetti musicali, dal Rock al Free Jazz italiano, cantautorale e Avanguardia (Area, Hommage à Area, Opus Avantra tour Giappone). Poi in progetti solo, ampliando la sua preparazione e consapevolezza dell’ uso della voce, tenendo dal vivo concerti per sola voce eseguendo composizioni inedite: armonici e diplofonia, canto strettamente impiegato per il processamento di attrezzature analogiche e digitali.In diversi conservatori del nord Italia ha presentato elaborazioni su  sistemi sperimentali dedicati al controllo della sintesi del suono in tempo reale. Realizza environment musicali per illustrazioni grafiche e ambienti intineranti: mostre, performance. Dal 2011 è voce e leader deI Magnetofono, trio jazzy italiano di musica d’autore, con il quale ha realizzato più di 300 concerti. Privatamente segue diversi allievi nell’approfondimento del canto armonico e difonico a servizio del canto contemporaneo. Scrive per riviste specializzate nazionali e coordina direzioni artistiche in diversi locali della provincia, collaborando con istituzioni e aziende. È ideatore e coordinatore artistico-performativo del percorso formativo per cantanti ed insegnanti di canto “A Gran Voce” presso il CUCA Centro Urbano Cultura Artistica di Sovizzo (VI). Dal 2016 sta realizzando un progetto musicale denominato “Alan Bedin. Italian Songs” per la rivalutazione del cantautorato e cantato in italiano attraverso il linguaggio del jazz e la musica contemporanea. Tiene seminari con associazioni sull’uso della voce nel canto contemporaneo e realizza performances vocali o strumentali (acusmatiche) intineranti per mostre e installazioni. 
Collabora con il Centro spirituale Prabhupada Desch, sede ISKON di Albettone (VI) per la diffusione della meditazione attraverso il canto del Mantra Hare Krishna. E' direttore di Hanuman, scuola di musica e danza indiana.

Certificati di partecipazione

E' previsto il rilascio di attestati di partecipazione al corso.

Date, Orari e Durata

dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30

Docenti

Patrizia Saterini e Alan Bedin

Luogo

Laboratorio della Voce e del Linguaggio - via Mariani, 20 - Ravenna

Costi

€ 110 IVA COMPRESA