LE ABILITÀ DI COUNSELING PER L’EDUCAZIONE E LA RIEDUCAZIONE DELLA VOCE

Cimmino


CORSO IN 3 MODULI:
I modulo: 12 e 13 Maggio; II modulo: 24 e 25 Giugno; III modulo: 23 – 24 Settembre


DESTINATARI: logopedisti, insegnanti di canto, vocal coach, medici
Numero massimo partecipanti: 16

Costo: € 549 (€ 450 + IVA)

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI


3 weekend intensivi di 14 ore ciascuno con cadenza mensile per un totale di 42 ore
(orari: primo giorno: 15-20 secondo giorno: 9– 18)

OBIETTIVI del corso:
Migliorare le proprie competenze comunicative e relazionali atte al potenziamento dell’alleanza operativa con il proprio utente 
Sviluppare le strategie dei processi di apprendimento e maturativi della personalità dell’artista 
Riconoscere gli aspetti emotivi della comunicazione 
Individuare gli ostacoli allo sviluppo professionale e personale e identificare le strategie per superarli 
Alla fine del corso ciò consentirà all’allievo di: 
Acquisire strumenti utili per una relazione terapeutica e/o didattica più efficace
Migliorare la qualità del lavoro in termini di efficacia e di efficienza con una riduzione di drop out
Aumentare il benessere nel contesto lavorativo e una migliore gestione dello stress

PROGRAMMA 
INTRODUZIONE AL COUNSELING: riferimenti teorici
- Il colloquio di counseling nella relazione di aiuto: 
- Voce, emozioni e personalità
- Saper ascoltare, saper osservare: l’ascolto attivo e il feedback fenomenologico
- Gli ostacoli nella comunicazione e nella relazione: il VISSI
- Laboratorio di esperienza: pratica di colloquio, supervisione dei colloqui, gruppo esperienziale
IL COLLOQUIO CENTRATO SUL CLIENTE
- Atteggiamenti di base: empatia, accettazione incondizionata, congruenza
- Le tecniche rogersiane: le modalità di riformulazione 
- La qualità della relazione docente /allievo, terapeuta/paziente
- Laboratorio di esperienza: pratica di colloquio, supervisione dei colloqui, gruppo esperienziale 
TECNICHE DI BASE DEL COUNSELING 
 - Comunicazione e relazione di aiuto
- Principi di Comunicazione Verbale e Non Verbale
- Training per l’assertività: lo sviluppo di uno stile assertivo per la comunicazione efficace
- La comunicazione efficace – La critica costruttiva
- Laboratorio di esperienza: pratica di colloquio, supervisione dei colloqui, gruppo esperienziale
METODOLOGIA DI LAVORO
Il Corso ha una qualità di insegnamento teorico–esperienziale nel quale gli allievi sono accompagnati ad integrare i principi fondanti del modello teorico e gli strumenti del colloquio attraverso l’osservazione e la pratica. L’esperienza diretta di quelle che sono le abilità di Counseling viene considerato strumento essenziale per la reale comprensione delle metodologie e per lo sviluppo armonico degli atteggiamenti relazionali che sono l’essenza stessa del processo di counseling e che permettono al professionista di creare un proprio stile di intervento unico, autentico, profondo ed efficace. Chiaramente per un logopedista o un insegnante di canto tali competenze possono diventare, anziché delle tecniche aggiuntive, lo sfondo relazionale su cui implementare la propria specificità. Ciò consentirà non solo l’emergere degli aspetti emotivi correlati alla voce ma la possibilità di agevolare l’artista con competenza in un processo di consapevolezza attraverso un intervento efficace ed integrato.
Il percorso di formazione prevede parti dedicate alle lezioni teoriche supportate da dispense, materiale bibliografico ed esercitazioni. E’ un processo di apprendimento che mette in primo piano il gruppo come valore aggiunto, ognuno è invitato a mettere a disposizione di tutti le proprie intuizioni, idee, domande.
In tal modo la crescita è favorita dallo scambio e arricchita dalla possibilità di vivere gli altri come una risorsa preziosa.
Una parte importante dell’attività formativa è dedicata ad esperienze di pratica del Counseling (esercitazioni, simulate di colloquio, esperimenti) per consentire l’assimilazione dei concetti appresi e sperimentare in gruppo i vari processi della relazione di aiuto, con la presenza e la guida di chi è più esperto in questa arte.
Un'altra parte del monte ore è dedicata al lavoro di evoluzione personale in gruppo, allo sviluppo della capacità di presenza, al miglioramento delle abilità di gestione del proprio mondo emotivo, della sofferenza e dello stress ed alla crescita della propria consapevolezza.
Questo perché una buona professionalità è legata strettamente non solo alle conoscenze teoriche ma a ciò che si “è” profondamente ed in modo autentico.